di Antonio Castellana

Quella di Claudia Rossetti è una grande voglia di fare arte attraverso una fortissima emozione per esprimere la sua sensibilità verso un genere pittorico in continuo divenire. Amante della sperimentazione l’artista dipinge di tutto passando dalla figura ai paesaggi fantarealistici dal figurativo all’astratto che attraverso una particolare scelta, il linguaggio chiaro, la precisione di esecuzione sono caratteristiche evidenti di tutte le sue opere che si presenta quindi come artista completa e qualificata. La sua produzione artistica si snoda attraverso opere concrete di cui ricerca spesso il dinamismo e l’energia come elementi di un segno che si muovono sul supporto, inoltre dà libero sfogo alla sua espressività e alle sue impressioni attraverso i più svariati materiali e tecniche pittoriche. Questi effetti sono ottenuti tramite una pennellata che ritorna più volte sui contorni, ma che non cede in freschezza e luminosità facendo, a prima vista, quello di una scelta esistenziale animata dall’amore autentico come unica e vera fonte di grande felicità infatti i suoi quadri sono un invito allo stupore del quotidiano che in ogni momento ha un particolare, un’ombra o uno splendore che ci incanta. In questa sua indagine l’artista mostra di possedere una cultura tale da permettergli di aprire vasti orizzonti completamente sconosciuti, è amante della storia dell’arte e dello studio dei classici frequenta spesso diversi musei e partecipa a diverse manifestazioni culturali. La sua abilità unita a una grande potenza immaginativa, permettono di arrivare ad un’espressione piena di un universo poetico anche perché inizia ad approcciarsi alle tele bianche con istinto più che con la tecnica. Insomma si tratta di un mondo dove essenza e natura corrono verso la stessa direzione dove disegnare senza disegnare o disegnare attraverso le emozioni è ciò che i suoi occhi osservavano e la portano inesorabilmente ad attribuire la coscienza come qualcosa di universale che è sempre presente nella nostra vita. Inoltre la sua pittura ha un’efficace intensità rappresentativa che risulta emozionante e convincente, attraverso un processo anticonvenzionale ed anche attraverso il colore, padrone indiscusso di tutte le sue opere, con una ricerca e uno studio particolare che dà sorprendenti effetti di luce cogliendo i più profondi stati d’animo delle figure ritratte. Si può dire che l’artista è una persona che non si limita a una semplice composizione pittorica bensì vuole trasmettere messaggi di un’interiorità attenta alla vita. Essi si concretizzano soprattutto unendo momenti di vita vissuta con immagini di contemporaneità, manifestando al fruitore una forte personalità espressiva, infatti in Claudia Rossetti troviamo molto significativo la gestualità usata per creare le sue opere. Ogni suo segno, ogni tocco di pennello, ogni colore è funzionale alla creazione di un’armonia che non è solo da apprezzare dal lato visivo, ma anche da quello del contenuto.

Antonio Castellana

Critico d’arte