Girotondo d’amore

E lo avrei capito sai se ne avessimo parlato, tra le varie note che ci hanno contraddistinto la più dolce rappresentava quei silenzi in cui mi dicevi quanto mi amavi. Provo a chiudere gli occhi, provo ad immaginarti meravigliosamente apparire. Tendimi le braccia, afferrami e poi portami via con te. Dove vai? Ovunque nel mondo è la nostra casa. Ovunque nel cuore c’è il tuo ritratto impresso, con una tale forza da apparire reale, eccoti, sei qui. Cammina in fretta, rincorri quel tempo e sii felice del girotondo che ha assunto questa nostra infinita canzone.

Rispondi